Più attenzione alla tutela dei diritti

pubblicato in N°5 - Luglio 2020 - numero di Agosto 2020

I casi di Polonia e Ungheria dimostrano come non si debba abbassare la guardia Gli stanziamenti finanziari su cui si è impegnata l’Ue con il Recovery Fund sono indubbiamente importanti, ma non meno lo saranno i criteri e le modalità con cui verranno eleargiti i fondi. Così cresce in Europa un fronte di soggetti... »

Recovery Fund e Bilancio: accordo da migliorare

pubblicato in N°4 - Luglio 2020 - numero di Luglio 2020
Recovery Fund e Bilancio: accordo da migliorare

È quanto sostiene il Parlamento europeo in una risoluzione adottata il 22 luglio Pronto a negoziati rapidi per apportare i necessari miglioramenti all’accordo sul Recovery Fund e il bilancio a lungo termine raggiunto dal Consiglio europeo; un accordo definito «storico», poiché per la prima volta verte sulla disponibilità dei Paesi dell’Ue ad emettere un... »

Diritti a rischio in Europa

pubblicato in N°3 - Luglio 2020 - numero di Luglio 2020

Dal diritto al lavoro ai diritti umani e civili si registra un diffuso peggioramento In Europa esiste un problema di diritti, a vari livelli. Così, mentre i leader degli Stati membri discutevano e si dividevano durante il Consiglio europeo su termini e modalità del Recovery Plan, la Confederazione europea dei sindacati(Ces) li esortava ad... »

Il sistema energetico del futuro

pubblicato in N°2 - Luglio 2020 - numero di Luglio 2020

Transizione verso l’idrogeno pulito, più integrazione tra produzioni e consumi L’obiettivo dichiarato è duplice e ambizioso: contribuire a rendere il pianeta più pulito e contemporaneamente un’economia europea più forte. Per questo la Commissione europea ha presentato due strategie in materia ambientale che dovrebbero trasformare il sistema energetico europeo e contribuire alla neutralità climatica entro... »

Disoccupazione in forte aumento con la crisi Covid-19

pubblicato in N°1 - Luglio 2020 - numero di Luglio 2020

I sindacati europei chiedono un maggior coinvolgimento nelle scelte anti-crisi Sono stati quasi 900.000 i nuovi disoccupati nell’Unione europea durante i primi tre mesi della crisi da Covid-19, secondo i dati pubblicati da Eurostat. Nel mese di marzo, all’inizio della diffusione del lockdown e del fermo delle attività un po’ in tutta Europa, i... »

Cerca in Euronote

Ricerca per data