Tag Archive

Il riequilibrio economico rallenta la crescita

By euronote

«Il riequilibrio dell’economia europea in corso continua a gravare sulla crescita a breve termine. In sintesi la situazione è questa: deludenti i dati oggettivi di fine 2012, più incoraggianti alcuni dati soggettivi del passato recente, mentre aumenta la fiducia degli investitori per il futuro. I recenti interventi a livello politico stanno spianando la strada... »

Ritardi negli aiuti allo sviluppo

By euronote

Secondo i dati diffusi all’inizio di aprile dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse), nel 2012 l’Unione europea e i suoi 27 Stati membri erano ancora il maggior donatore a livello mondiale, fornendo oltre metà dell’aiuto pubblico allo sviluppo (Aps). La crisi economica e gli stretti vincoli di bilancio cui deve fare fronte... »

Terremoto dell’Emilia-Romagna: stanziati i fondi dell’Ue

By euronote

Durante i negoziati sul bilancio 2013 dell’Ue gli Stati membri, su forte pressione del Parlamento europeo, hanno raggiunto l’accordo per finanziare (nell’ambito del bilancio 2012) gli aiuti per le vittime del terremoto verificatosi nel maggio scorso in Emilia-Romagna.L’Ue contribuisce quindi stanziando 670 milioni di euro per la ricostruzione, decisione prima rinviata per le controversie... »

Bilancio 2013: investimenti in crescita e occupazione

By euronote

Il progetto di bilancio dell’Ue per il 2013, presentato a fine aprile dalla Commissione europea, tiene conto delle dichiarazioni del Consiglio europeo circa il fatto che la crescita e l’occupazione nell’Ue possono essere realizzate solo associando risanamento delle finanze pubbliche e investimenti nella crescita. La proposta di bilancio concentra così gli investimenti sui settori prioritari... »

Consiglio europeo di primavera

By euronote

La difficile situazione economico-finanziaria e occupazionale dell’Unione europea è stata naturalmente al centro del Consiglio europeo dei capi di Stato e di governo, svoltosi a Bruxelles nei giorni 1-2 marzo scorsi. L’Unione europea «sta adottando tutte le misure necessarie affinché l’Europa riprenda la via della crescita e dell’occupazione» ha dichiarato il Consiglio europeo, sottolineando come... »

Prima Relazione sul meccanismo di allerta

By euronote

Le nuove norme sulla governance economica nell’Ue, il cosiddetto pacchetto legislativo “Six-pack” entrato in vigore il 13 dicembre 2011, si fondano su sorveglianza di bilancio e sorveglianza macroeconomica. La procedura per gli squilibri macroeconomici è un nuovo strumento che aiuta ad individuare e a correggere gli sviluppi economici rischiosi. La prima Relazione sul meccanismo di... »

Modifiche al trattato per la stabilità finanziaria

By euronote

La Commissione europea ha approvato la proposta che il Trattato dell’Ue sia modificato prima del 2013 così da permettere l’istituzione di un meccanismo di stabilità europeo, nell’intento di salvaguardare la stabilità nell’area dell’euro. Era stato il Consiglio europeo del dicembre 2010 ad avanzare la proposta di modificare l’articolo 136 Tfue con l’introduzione di un nuovo... »

Per l’Ue previsioni moderatamente positive

By euronote

Ripresa economica «consolidata» e prospettive economiche e occupazionali moderatamente positive per l’Ue, almeno secondo le Previsioni d’autunno per il periodo 2010-2012 rese note dalla Commissione europea nelle scorse settimane. Tra il 2010 e il 2011 il Prodotto interno lordo (PilL) dell’Ue dovrebbe aumentare dell’1,75% e di circa il 2% nel 2012, stime che segnano una... »

Chi paga i tagli nell’Ue?

By euronote

Da sempre le manovre finanziarie sono difficili, lo sono di più in una stagione di casse pubbliche non solo vuote ma anche indebitate fino al collo, come in Italia. Peggio ancora in questo momento stanno la Grecia, la Spagna, il Portogallo e l’Irlanda, ma anche negli altri Paesi non si scherza e così tutta... »

Tagli, parola d’ordine dei governi europei

By euronote

Quando, dopo un lungo negoziato risoltosi il 10 maggio scorso, i ministri economici e finanziari dell’Ue hanno varato un piano da 750 miliardi di euro per il salvataggio della Grecia e la tutela dell’intera zona euro da attacchi speculativi, contemporaneamente sono stati chiesti nuovi sacrifici ai Paesi esposti a maggior rischio. Il maxi-piano finanziario, senza... »

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data