Articoli di Euronote n.76

Rischio fallimento

pubblicato in 76 - Articoli - numero di novembre 2013
Rischio fallimento

Cambiamento, svolta, cambio di rotta: quando si prendono in esame le politiche europee in ambito sociale le richieste rivolte all’Unione europea e ai suoi Stati membri sono univoche, pur giungendo da soggetti diversi quali le organizzazioni sociali e sindacali europee, istituzioni e organismi come il Parlamento europeo, il Comitato economico e sociale, il Consiglio... »

Consiglio europeo tra intercettazioni e rinvii

pubblicato in 76 - Articoli - numero di novembre 2013

«La raccolta di intelligence è un elemento essenziale nella lotta contro il terrorismo. Ciò vale per le relazioni tra i Paesi europei oltre che per le relazioni con gli Stati Uniti», tuttavia «una mancanza di fiducia potrebbe pregiudicare la cooperazione necessaria nel settore»: è quanto dichiarato dai capi di Stato e di governo dell’Ue... »

Ripresa graduale secondo le previsioni d’autunno

pubblicato in 76 - Articoli - numero di novembre 2013

«I segnali degli ultimi mesi indicano che in Europa è in atto una ripresa economica» ha affermato la  Commissione europea nelle sue consuete previsioni economiche d’autunno. Secondo la Commissione, dopo una contrazione durata fino al primo trimestre del 2013, la crescita dell’economia europea è ripartita nel secondo trimestre e il Pil reale dovrebbe continuare... »

Europarlamento: serve una svolta nella politica migratoria

pubblicato in 76 - Articoli - numero di novembre 2013

«Almeno 20.000 persone sono morte negli ultimi 20 anni nel tentativo di raggiungere le coste europee. Non possiamo permettere che ne muoiano ancora» ha dichiarato il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz, rivolgendosi ai capi di Stato e di governo dell’Ue riuniti nel Consiglio europeo il 25 ottobre scorso. Facendo riferimento al grave naufragio... »

Amnesty: agire per i diritti dei migranti

pubblicato in 76 - Articoli - numero di novembre 2013

In seguito all’ennesima tragedia delle migrazioni nel Canale di Sicilia, Amnesty International ha chiesto all’Unione europea e ai governi degli Stati membri di agire in modo determinato per prevenire ulteriori perdite di vite umane nel Mediterraneo e proteggere i diritti umani di migranti e rifugiati. «L’ultimo naufragio di Lampedusa ha messo in evidenza quanto le... »

Fallimento europeo contro la povertà

pubblicato in 76 - Articoli - numero di novembre 2013
Fallimento europeo contro la povertà

La Rete europea contro la povertà (European Anti-Poverty Network – Eapn), il più grande network europeo di reti regionali e locali che raggruppano le Ong e i gruppi di base che lavorano nel contrasto della povertà e dell’esclusione sociale, ha pubblicato alla fine di settembre un Rapporto di valutazione dei  Programmi nazionali di riforma... »

Povertà: la denuncia delle Ong

pubblicato in 76 - Articoli - numero di novembre 2013

Pubblichiamo di seguito il testo di una lettera aperta inviata il 30 settembre scorso dall’European Anti-Poverty Network (Eapn) al presidente della Commissione europea, José Manuel Barroso, e per conoscenza al commissario europeo per Occupazione, Affari sociali e Inclusione, László Andor, con la quale la Rete europea denuncia il grave fallimento dell’Ue nella lotta alla... »

Migliorare l’integrazione sociale nell’Uem

pubblicato in 76 - Articoli - numero di novembre 2013

Un nuovo quadro di valutazione per una migliore e più tempestiva individuazione dei principali problemi occupazionali e sociali nel quadro del “Semestre europeo”, il meccanismo attraverso cui ogni anno sono elaborate le scelte di politica economica dell’Ue: è quanto proposto dalla Commissione europea in una comunicazione sulla dimensione sociale dell’Unione economica e monetaria (Uem)... »

Quasi 27 milioni di disoccupati nell’Ue

pubblicato in 76 - Articoli - numero di novembre 2013
Quasi 27 milioni di disoccupati nell’Ue

Sempre alta ma stabile tra agosto e settembre la disoccupazione nell’area dell’euro e nell’Ue, secondo i dati forniti da Eurostat. A settembre i tassi rilevati sono stati del 12,2% nella zona euro e dell’11% nell’Ue a 28 Stati. In entrambe le aree però i tassi sono aumentati rispetto al settembre 2012, quando erano rispettivamente... »

Competenze scarse nell’Ue

pubblicato in 76 - Articoli - numero di novembre 2013

Un adulto su cinque in Europa possiede esigue competenze alfabetiche e matematiche, e nemmeno un diploma di laurea in una medesima materia garantisce l’equivalenza del livello di competenze in Paesi diversi, secondo la prima indagine completa a livello internazionale sulle competenze degli adulti pubblicata dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse) e... »

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data