Articoli di Euronote n.75

L’Anno dei cittadini

pubblicato in 75- Articoli - numero di aprile 2013
L’Anno dei cittadini

Questo 2013, che nei suoi primi mesi ha confermato (se non aggravato) tutti i problemi che la crisi economico-finanziaria ha causato negli ultimi anni ai Paesi dell’Unione europea, è anche stato dichiarato Anno europeo dei cittadini. L’obiettivo generale dell’Anno europeo 2013, recitano le motivazioni, è di rafforzare la consapevolezza e la conoscenza dei diritti e... »

Il riequilibrio economico rallenta la crescita

pubblicato in 75- Articoli - numero di aprile 2013
Il riequilibrio economico rallenta la crescita

«Il riequilibrio dell’economia europea in corso continua a gravare sulla crescita a breve termine. In sintesi la situazione è questa: deludenti i dati oggettivi di fine 2012, più incoraggianti alcuni dati soggettivi del passato recente, mentre aumenta la fiducia degli investitori per il futuro. I recenti interventi a livello politico stanno spianando la strada... »

Clima economico in peggioramento

pubblicato in 75- Articoli - numero di aprile 2013

Dopo quasi un semestre di pallida ripresa della fiducia economica degli operatori di tutti i settori dell’economia europea, il clima economico della primavera 2013 è nuovamente peggiorato. Nel mese di marzo, infatti, l’indicatore del clima economico (EconomicSentimentIndicator – Esi) è diminuito sia nell’area dell’euro che nell’Ue, bloccando così una ripresa costante avviata nel novembre... »

Dialogo sociale vittima della crisi

pubblicato in 75- Articoli - numero di aprile 2013

L’attuale crisi economica compromette seriamente il dialogo tra i rappresentanti dei lavoratori e dei datori di lavoro e i governi, mentre le riforme adottate recentemente dai governi non sono sempre state accompagnate da un dialogo sociale pienamente efficace, con la conseguenza che le relazioni industriali sono sempre più conflittuali in Europa. È quanto rileva... »

Sempre alta la disoccupazione nell’Ue

pubblicato in 75- Articoli - numero di aprile 2013
Sempre alta la disoccupazione nell’Ue

Continua a restare alto il tasso di disoccupazione in Europa, secondo le rilevazioni dell’Ufficio statistico dell’Ue Eurostat che ha registrato nel febbraio scorso un tasso medio del 12% nell’intera Unione europea e del 10,9% nella zona euro. Livelli di disoccupazione sostanzialmente stabili rispetto al mese di gennaio, quando i tassi erano stati rispettivamente del... »

Rischio di povertà più elevato tra i minori

pubblicato in 75- Articoli - numero di aprile 2013
Rischio di povertà più elevato tra i minori

Nell’Unione europea il rischio di povertà o di esclusione sociale è più elevato tra i minori rispetto al resto della popolazione. Nel 2011, infatti, nei 27 Stati membri il 27% dei bambini e ragazzi di età inferiore a 18 anni era a rischio di povertà o di esclusione sociale, rispetto al 24% degli adulti... »

Il punto sull’immigrazione nell’Unione europea

pubblicato in 75- Articoli - numero di aprile 2013
Il punto sull’immigrazione nell’Unione europea

Nel corso del 2011 almeno 1,7 milioni di persone provenienti da un Paese al di fuori dell’Unione europea sono immigrate in uno dei 27 Stati membri, mentre 1,3 milioni di persone già residenti all’interno di un Paese dell’Ue sono migrate in un altro Stato membro. Complessivamente, circa 3,2 milioni di persone sono immigrate in... »

Rischio segregazione

pubblicato in 75- Articoli - numero di aprile 2013

I minori di recente immigrazione nei Paesi dell’Unione europea sono maggiormente esposti al rischio di subire la segregazione scolastica e di frequentare scuole dotate di meno risorse, con conseguenze di scarso rendimento e un’elevata probabilità di abbandono scolastico precoce. A metterlo in evidenza è uno studio svolto per conto della Commissione europea e reso noto... »

Aumenta e invecchia la popolazione dell’Ue

pubblicato in 75- Articoli - numero di aprile 2013
Aumenta e invecchia la popolazione dell’Ue

«La situazione demografica nell’Ue-27 è caratterizzata da un aumento costante della popolazione e da un suo progressivo invecchiamento» sostiene Eurostat in uno studio demografico pubblicato congiuntamente alla Direzione generale Occupazione, Affari sociali e Inclusione della Commissione europea lo scorso 26 marzo. Il 1° gennaio 2012, infatti, la popolazione dell’Ue era stimata in 503,7 milioni, in... »

Ritardi negli aiuti allo sviluppo

pubblicato in 75- Articoli - numero di aprile 2013

Secondo i dati diffusi all’inizio di aprile dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse), nel 2012 l’Unione europea e i suoi 27 Stati membri erano ancora il maggior donatore a livello mondiale, fornendo oltre metà dell’aiuto pubblico allo sviluppo (Aps). La crisi economica e gli stretti vincoli di bilancio cui deve fare fronte... »

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data