Euronote n.74

EUROPA SOCIALE

pubblicato in 74- Inserto - numero di novembre 2012
EUROPA SOCIALE

Mobilitazione sindacale europea contro l’austerità «L’Europa ha un debito sociale, non solo monetario. La promessa di una rapida ripresa è stata vana e oggi oltre 25 milioni di europei sono senza lavoro con punte di disoccupazione giovanile che in alcuni Paesi superano il 50%. Le misure di austerità adottate stanno trascinando l’Europa in una stagnazione economica,... »

Europrotesta

pubblicato in 74- Articoli - numero di novembre 2012
Europrotesta

Le politiche di austerity adottate negli ultimi anni dall’Unione europea e dai suoi Stati membri nel tentativo di risanare le finanze pubbliche hanno paralizzato l’economia reale e messo in forte discussione il cosiddetto modello sociale europeo, con gravi conseguenze sulle condizioni socio-economiche e sui diritti di milioni di cittadini dell’Ue. Da qui nasce e... »

L’Ue a marcia indietro

pubblicato in 74- Articoli - numero di novembre 2012

Non si erano ancora spenti gli entusiasmi europei, probabilmente eccessivi, per la vittoria di Obama su Romney nelle elezioni presidenziali Usa che la cronaca economica e sociale ha richiamato tutti alla realtà. Gli Usa sono stati minacciati dalle agenzie di rating di vedersi declassata l’affidabilità del loro enorme debito pubblico esposto a un difficile salvataggio... »

Resta debole l’economia europea

pubblicato in 74- Articoli - numero di novembre 2012
Resta debole l’economia europea

Recessione o stagnazione che sia, quel che è certo è che l’economia dell’Ue non da segni di ripesa significativi. Secondo le stime di Eurostat, considerando le variazioni di crescita del Pil tra il secondo e il terzo trimestre dell’anno la zona euro ha fatto segnare un -0,1% e l’intera Unione europea un +0,1%, cioè... »

Continua a crescere la disoccupazione

pubblicato in 74- Articoli - numero di novembre 2012
Continua a crescere la disoccupazione

La disoccupazione continua a crescere in Europa e il numero delle persone senza lavoro ha raggiunto 25.751.000 nell’Unione europea, delle quali 18.490.000 nei Paesi dell’euro. Colpisce l’incremento verificatosi anche nell’ultimo anno, con un aumento di oltre 2 milioni di disoccupati dal settembre 2011. Secondo le stime fornite da Eurostat il 31 ottobre scorso, a settembre... »

Il punto sulla strategia Europa 2020

pubblicato in 74- Articoli - numero di novembre 2012
Il punto sulla strategia Europa 2020

L’Ufficio statistico dell’Ue, Eurostat, lo scorso ottobre ha pubblicato uno studio di monitoraggio della strategia Europa 2020, adottata dal Consiglio europeo nel giugno 2010 per il raggiungimento entro il 2020 di una economia intelligente, sostenibile e inclusiva con alti livelli di coesione sociale, occupazione e produttività. Gli obiettivi della strategia riguardano cinque ambiti principali... »

L’Ue vuole “ripensare l’istruzione”

pubblicato in 74- Articoli - numero di novembre 2012

Nell’Unione europea il tasso medio di disoccupazione giovanile è vicino al 23%, ma allo stesso tempo ci sono più di 2 milioni di posti di lavoro vacanti che non vengono occupati. «L’Europa ha bisogno di un ripensamento radicale del modo in cui i sistemi d’istruzione e formazione possono impartire le abilità di cui ha... »

Capacità di innovazione delle regioni europee

pubblicato in 74- Articoli - numero di novembre 2012

L’innovazione è uno dei principali motori della crescita economica e dell’occupazione, per questo è monitorata dalla Commissione europea che all’inizio di novembre ha presentato un Quadro di valutazione comparativa delle regioni europee in materia, che prende in esame la capacità innovativa di 190 regioni dei Paesi dell’Unione europea nonché della Croazia, della Norvegia e... »

Salvaguardare le risorse idriche

pubblicato in 74- Articoli - numero di novembre 2012

La Commissione europea ha pubblicato un Piano per la salvaguardia delle risorse idriche europee, con l’obiettivo strategico di garantire che la disponibilità di acqua di buona qualità sia sufficiente a soddisfare le esigenze dei cittadini, dell’economia e dell’ambiente. Nonostante i miglioramenti registrati negli ultimi anni, le acque dell’Ue non godono di buona salute. La disponibilità... »

Obiettivo 40% per le donne ai vertici aziendali

pubblicato in 74- Articoli - numero di novembre 2012
Obiettivo 40% per le donne ai vertici aziendali

La Commissione europea ha presentato il 14 novembre scorso un’iniziativa per infrangere il «soffitto di cristallo» che continua a ostacolare l’ascesa di donne di talento ai vertici delle principali imprese europee. La proposta legislativa dell’esecutivo dell’Ue mira a raggiungere un obiettivo del 40% di donne tra gli amministratori senza incarichi esecutivi nelle società quotate,... »

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data