Articoli di Euronote n.67

Quale politica estera?

pubblicato in 67 - Articoli - numero di marzo 2011
Quale politica estera?

Le turbolenze che stanno modificando il paesaggio politico della sponda meridionale del Mediterraneo, e che non sono certo giunte ad un esito finale, interpellano l’Europa e l’Italia in modo particolare. E non solo per la vicinanza geografica e per il grave problema degli sbarchi che da questa derivano, molto di più per i valori di... »

Nordafrica: sostegno Ue ma no a ingerenze

pubblicato in 67 - Articoli - numero di marzo 2011

«Sono i nostri vicini. Dobbiamo essere ambiziosi, dobbiamo essere efficaci, dobbiamo essere integrati» ha dichiarato l’alto rappresentante della politica estera dell’Ue, Catherine Ashton, nel corso del Consiglio Affari esteri del 21 febbraio scorso dedicato alla situazione verificatasi nelle ultime settimane nei Paesi della sponda Sud del Mediterraneo. Di fronte a questi «eventi senza precedenti» nella... »

L’emergenza umanitaria riguarda tutta l’Europa

pubblicato in 67 - Articoli - numero di marzo 2011

Come l’Unione europea intende affrontare gli sviluppi della situazione in Africa settentrionale e in particolare il potenziale afflusso di migranti dalla regione? Ne hanno parlato i ministri dei 27 Stati membri durante la sessione del Consiglio Giustizia e affari interni (Gai), svoltasi lo scorso 24 febbraio, nel corso del quale sono stati esaminati gli... »

Pil in leggera crescita

pubblicato in 67 - Articoli - numero di marzo 2011
Pil in leggera crescita

Nel corso dell’ultimo trimestre del 2010 il Prodotto interno lordo (Pil) è aumentato rispetto al trimestre precedente dello 0,3% nella zona euro e dello 0,2% nell’intera Unione europea, confermando così la tendenza già registrata nel terzo trimestre quando gli aumenti del Pil erano stati sempre dello 0,3% nell’area dell’euro e dello 0,5% nell’Ue-27. Il miglioramento... »

Squilibri di ricchezza tra le regioni dell’Ue

pubblicato in 67 - Articoli - numero di marzo 2011
Squilibri di ricchezza tra le regioni dell’Ue

Oltre a rilevare l’andamento del Pil tra i Paesi dell’Ue e della zona euro, Eurostat è solita analizzare anche le grandi differenze economiche esistenti tra le regioni europee, cosa che evidenzia in molti casi grande disomogeneità nella distribuzione della ricchezza soprattutto tra Est e Ovest europei ma anche all’interno di molti Paesi. Un dato... »

Previsioni di primavera: continua la ripresa

pubblicato in 67 - Articoli - numero di marzo 2011

La ripresa economica dell’Ue continua a fare progressi, secondo l’analisi della Commissione europea contenuta nelle consuete previsioni economiche di primavera, riviste al rialzo rispetto a quelle rese note nell’autunno scorso. Dopo le buone performance registrate nel primo semestre del 2010, con una crescita del Pil reale sia per l’Ue che per la zona euro, nella... »

Resta forte il divario salariale

pubblicato in 67 - Articoli - numero di marzo 2011

La prima giornata europea per la parità retributiva tra donne e uomini denuncia il divario salariale nell’Ue. Ancora oggi nei Paesi dell’Unione europea una donna, nell’arco della sua vita lavorativa, guadagna in media il 17,5% in meno rispetto ad un uomo. Per raggiungere la remunerazione di un uomo di pari livello lavorativo, una donna... »

Donne e uomini nell’Ue: alcuni dati

pubblicato in 67 - Articoli - numero di marzo 2011
Donne e uomini nell’Ue: alcuni dati

In occasione della Giornata internazionale della donna 2011, Eurostat ha pubblicato uno studio che ha preso in esame alcuni aspetti della parità di genere nell’Ue, parte della mole di dati sul genere disponibili in una sezione del sito web che l’Ufficio di statistica europeo ha recentemente dedicato al tema della parità di genere. Lo studio... »

Dialogo sociale contro la crisi

pubblicato in 67 - Articoli - numero di marzo 2011

Il dialogo tra rappresentanti dei lavoratori e dei datori di lavoro e tra questi e i governi è stato cruciale per aiutare a formare la risposta dell’Europa alla crisi: è quanto afferma un Rapporto pubblicato dalla Commissione europea, secondo cui il coinvolgimento delle parti sociali in concertazione e consultazione ha aiutato le aziende e... »

Small Business Act: come sostenere le Pmi

pubblicato in 67 - Articoli - numero di marzo 2011

Nell’Ue circa 23 milioni di piccole e medie imprese (Pmi) occupano il 67% della forza lavoro del settore privato. Le Pmi, che rappresentano il 99% di tutte le aziende europee e danno lavoro a oltre 90 milioni di persone, costituiscono un elemento fondamentale dell’economia dell’Ue e possono dare un contributo di fondamentale importanza alla... »

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data