Un miliardo per l’occupazione giovanile

febbraio 2015

Un miliardo di euro a disposizione dell’Iniziativa per l’occupazione giovanile, questa la proposta avanzata dalla Commissione europea che aumenterebbe di ben trenta volte il prefinanziamento che gli Stati membri ricevono per dare impulso all’occupazione giovanile, interessando fino a 650.000 giovani.

Una delle priorità della Commissione è rafforzare la competitività dell’Europa, stimolare gli investimenti e creare posti di lavoro, in questa direzione dovrebbe infatti andare almeno nelle intenzioni il piano di investimento da 315 miliardi lanciato dall’esecutivo dell’Ue. Tuttavia, anche se si creano nuovi posti di lavoro è spesso molto difficile per i giovani accedere al mercato del lavoro. Questo è il motivo per cui l’Iniziativa per l’occupazione giovanile (Youth Employment Initiative – YEI) è imperniata essenzialmente sulle modalità per far ritornare i giovani nel mondo del lavoro o nella formazione. Tutti gli Stati membri si sono impegnati a portare avanti la “Garanzia per i giovani”, che mira ad offrire ai giovani under 25 un lavoro, un apprendistato o una formazione qualitativamente validi entro quattro mesi da quando hanno lasciato la scuola o perso il posto di lavoro. Ora, la nuova proposta della Commissione intende contribuire a tradurre in realtà questa garanzia.

La proposta dovrebbe accrescere il tasso di prefinanziamento dell’Iniziativa per l’occupazione giovanile nel suo stanziamento di bilancio per il 2015, portandola dall’1-1,5% fino al 30%. Gli Stati membri che beneficiano di questa iniziativa potrebbero pertanto ricevere un terzo dello stanziamento di 3,2 miliardi di euro subito dopo l’adozione di programmi operativi specifici, e dovrebbero mettere immediatamente questi finanziamenti a disposizione dei beneficiari sotto forma di acconti per i progetti che verranno monitorati da vicino.

La Commissione ritiene che questo prefinanziamento accelerato potrebbe assicurare un sostegno in tempi brevissimi e interessare tra 350.000 e 650.000 giovani già quest’anno, mentre con l’attuale tasso di prefinanziamento il numero di potenziali beneficiari sarebbe di soli 14.000-22.000 giovani.

La proposta sarà ora discussa dal Parlamento europeo e dal Consiglio, che devono adottarla prima che possa entrare in vigore.

Informazioni

Comments are closed.

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data