Orario di lavoro: la consultazione on line volge al termine

febbraio 2015

C’è tempo fino al 15 marzo 2015 per partecipare alla consultazione pubblica on line sulla revisione della direttiva europea sull’orario di lavoro. La Commissione europea sta infatti riesaminando la direttiva 2003/88 / CE (direttiva sull’orario di lavoro), che mira a fornire norme minime comuni a tutti i Paesi dell’Ue a proteggere i lavoratori dai rischi per la salute e la sicurezza connessi con eccessivi o inappropriati orari di lavoro, e con il tempo insufficiente per il riposo e il recupero dal lavoro. La revisione di tale direttiva nasce dall’esigenza di riflettere su come rispondere al meglio alle esigenze dei lavoratori, delle imprese, dei servizi pubblici e dei consumatori in un mercato del lavoro in continua trasformazione. L’organizzazione e la regolamentazione dell’orario di lavoro nel settore pubblico e privato ha un notevole impatto sociale, economico e politico.

«Vogliamo completare il nostro lavoro di preparazione con una valutazione di impatto approfondita di una serie di possibili opzioni per la revisione. Questa consultazione pubblica si propone di contribuire alla revisione e valutazione dell’impatto attuale» rende noto la Commissione europea. L’obiettivo di questa consultazione è infatti quello di raccogliere i punti di vista e i contributi del pubblico nel contesto del riesame in corso e della valutazione d’impatto della direttiva, al fine di apportare eventuali modifiche migliorative alla normativa europea. Possono inviare contributi i cittadini, le organizzazioni e le autorità pubbliche tramite il questionario disponibile on line. I contributi pervenuti saranno pubblicati sul relativo sito web.

Informazioni

Comments are closed.

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data