Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione

settembre 2014

Tra il 2007 e il 2013 sono stati stanziati dall’Ue più di 400 milioni di euro per decine di migliaia di lavoratori licenziati a causa della globalizzazione e della crisi economica. L’obiettivo è stato soprattutto quello della riqualificazione professionale per trovare un nuovo lavoro o il lancio di una nuova società. Questo aiuto è stato messo a disposizione dal Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (Feg). In sette anni 20 Stati membri dell’Ue hanno presentato più di 100 richieste:

• cofinanziamenti per i programmi di sostegno per più di 100.000 lavoratori che hanno perso il posto di lavoro;

a causa della globalizzazione (quando una grande azienda chiude o la produzione viene spostata al di fuori dell’Ue – il 56%) o come conseguenza della crisi economica e finanziaria mondiale (il 44%).

Molte richieste provengono dai licenziamenti nel settore automobilistico (22,5%), macchinari e attrezzature (13,5%), tessile, abbigliamento e fabbricazione di scarpe (12%), computer, telefoni cellulari (11,6%) e delle costruzioni (9,6%).

Informazioni

Comments are closed.

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data