Un altro anno da record per Erasmus

luglio 2014

Le ultime statistiche relative a Erasmus pubblicate dalla Commissione europea indicano che circa 270.000 studenti hanno beneficiato di borse unionali per studiare o ricevere una formazione all’estero nell’anno accademico 2012-2013. Se lo studio presso un’altra università continua ad essere la scelta più popolare, uno studente su cinque (55.000) ha optato per tirocini Erasmus presso imprese. Le tre destinazioni più popolari tra gli studenti Erasmus sono state la Spagna, la Germania e la Francia, mentre i Paesi che hanno inviato il numero maggiore di studenti in proporzione alla loro popolazione diplomata sono stati il Lussemburgo, il Liechtenstein, la Finlandia, la Lettonia e la Spagna.

Le statistiche indicano che la borsa Erasmus media, destinata a coprire parte dei costi di viaggio e di soggiorno all’estero, è stata pari a 272 euro al mese, il che rappresenta un aumento del 9% rispetto all’anno precedente (250 euro). La borsa è integrata in certi Paesi da finanziamenti nazionali, regionali o istituzionali.

Erasmus non è però soltanto un programma di scambio di studenti: nel 2012-2013 più di 52.600 membri del personale accademico e amministrativo hanno ricevuto finanziamenti da Erasmus per insegnare o ricevere una formazione all’estero: l’esperienza così acquisita non va solo a vantaggio delle persone interessate, ma anche della qualità dell’insegnamento e dell’apprendimento nella loro istituzione d’origine quando vi fanno ritorno. Anche 500 membri del personale di imprese, con un aumento del 20% rispetto all’anno precedente, hanno ricevuto un sostegno Erasmus per insegnare presso istituzioni di istruzione superiore estere, il che dimostra il crescente interesse ad adeguare l’istruzione e la formazione alle esigenze del mercato del lavoro.

Il nuovo programma Erasmus+ nell’arco dei prossimi sette anni (2014-2020) erogherà borse a 4 milioni di persone, tra cui 2 milioni di studenti dell’istruzione superiore e 300.000 membri del personale. Esso finanzierà anche 135.000 scambi di studenti e di personale tra i Paesi europei e i Paesi partner nel mondo. Il programma allargato, che comprende Erasmus e sistemi analoghi di mobilità per altri gruppi fra cui apprendisti e volontari, pone maggiormente l’accento sul sostegno linguistico, prevede regole più flessibili per le borse ed eroga un sostegno addizionale specifico alle persone con bisogni particolari, provenienti da gruppi svantaggiati e da zone remote.

Informazioni

Comments are closed.

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data