Rapporto dell’Ilo sulla sicurezza sociale

giugno 2014

Oltre il 70% della popolazione mondiale non è coperto da una adeguata protezione sociale, nonostante il momento di forte bisogno: è quanto afferma il World Social Protection Report 2014/15: Building economic recovery (Rapporto mondiale sulla sicurezza sociale nel mondo 2014-15: costruire la ripresa economica) recentemente pubblicato dall’Organizzazione internazionale del lavoro (Oil-Ilo).

Durante la recente crisi finanziaria ed economica mondiale, osserva l’Ilo, si è evidenziata la molteplicità delle funzioni garantite dalla sicurezza sociale nelle economie e nelle società. Durante la prima fase della crisi (2008-2009), almeno 48 Paesi a reddito medio-alto hanno adottato misure di stimolo economico per un ammontare complessivo di 2400 miliardi di dollari, di cui circa un quarto è servito a finanziare misure di protezione sociale. Nei Paesi in cui è stato attuato questo sostegno, esso ha funzionato come uno stabilizzatore automatico che ha aiutato le economie a tornare in equilibrio e ha protetto dal disastro economico i disoccupati e i lavoratori precari.

Nella seconda fase della crisi, a partire dal 2010, diversi governi hanno invece cambiato rotta, adottando prematuramente misure di risanamento dei conti pubblici, nonostante fosse ancora urgente il bisogno di sostenere le popolazioni vulnerabili e di stabilizzare i consumi.

«Diversamente da quello che si pensa comunemente, le misure di risanamento dei conti pubblici non sono state limitate all’Europa: in realtà, nel 2014, sono 122 i governi che stanno riducendo la spesa pubblica e di essi 82 sono Paesi in via di sviluppo» ha sottolineato Isable Ortiz, direttore del Dipartimento della Protezione Sociale dell’Ilo.

Gli ultimi dati raccolti dall’Ilo mostrano che diversi Paesi ad alto reddito stanno tagliando i propri sistemi di sicurezza sociale. Nell’Unione europea, i tagli alla protezione sociale hanno già contribuito a fare aumentare la povertà che colpisce ormai 123 milioni di persone, ovvero il 24% della popolazione, e tra esse molti bambini, donne, anziani e disabili. Al contrario, molti Paesi a reddito medio stanno potenziando i propri sistemi di protezione sociale, fornendo sostegno al reddito delle famiglie, e favorendo così la crescita della domanda e dello sviluppo inclusivo.

Informazioni

Comments are closed.

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data