Nuovo Fondo europeo per gli aiuti agli indigenti

marzo 2014

Il Consiglio dell’Ue ha adottato in via definitiva il regolamento sul nuovo Fondo europeo per gli aiuti agli indigenti (Fead). Il Fondo fornirà agli Stati membri un valido sostegno nei loro sforzi per aiutare le persone più vulnerabili in Europa, che sono state maggiormente colpite dalla perdurante crisi economica e sociale. In termini reali, 3,8 miliardi di euro saranno destinati al Fondo per il periodo 2014-2020, cifra che dovrebbe garantire assistenza immediata a circa 4 milioni di persone: gli Stati membri saranno tenuti a versare il 15% dei costi dei loro programmi nazionali mentre il restante 85% sarà fornito dal Fondo.

Il Fead sosterrà le azioni degli Stati membri atte a fornire alle persone indigenti una vasta gamma di assistenza materiale non finanziaria, compresi cibo, vestiti e altri beni essenziali. Il Fondo richiederà però anche che la distribuzione di aiuti materiali sia combinata con misure sociali di reinserimento, per guidare e sostenere i più bisognosi ad uscire dalla condizione di povertà estrema. Gli Stati membri possono anche scegliere di fornire solo «assistenza morale» finalizzata a promuovere l’inclusione sociale delle persone più svantaggiate.

Nel 2012 oltre 124 milioni di persone (quasi un quarto della popolazione dell’Ue) erano a rischio di povertà o di esclusione sociale e quasi 50 milioni erano in condizioni di grave deprivazione materiale. Il Fondo intende quindi contribuire a raggiungere uno degli obiettivi della strategia Europa 2020, che impegna l’Ue a ridurre di almeno 20 milioni entro il 2020 il numero di persone a rischio di povertà.

INFORMAZIONI

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data