Come ridurre l’impatto sociale delle ristrutturazioni

gennaio 2014

La Commissione europea ha presentato un quadro di qualità che indica le migliori pratiche per ridurre l’impatto delle ristrutturazioni aziendali sui lavoratori e sulle condizioni sociali. Si tratta di linee guida basate su esperienze reali di aziende e sono rivolte ai diversi soggetti coinvolti: datori di lavoro, lavoratori, sindacati, parti sociali e autorità nazionali e regionali. Le misure riguardano sia azioni volte ad anticipare le ristrutturazioni che la gestione dei processi di ristrutturazione.

Tali misure includono: il monitoraggio strategico a lungo termine degli sviluppi del mercato; la mappatura continua dei posti di lavoro e delle competenze richieste; misure per i dipendenti, come la formazione, la consulenza e l’assistenza professionale per facilitare le transizioni professionali; il coinvolgimento di attori esterni quali le autorità pubbliche, le università, i centri di formazione. È proposto l’utilizzo dei Fondi strutturali dell’Ue, come il Fondo sociale europeo e il Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione nelle regioni interessate, al fine di promuovere la creazione di posti di lavoro e le transizioni inclusive.

La Commissione controllerà l’applicazione della disciplina della qualità e riferirà entro il 2016 sulla necessità di ulteriori azioni in questo settore, compresa un’eventuale proposta legislativa, informandone il Parlamento europeo.

INFORMAZIONI :
http://ec.europa.eu/social/main.jsp?catId=782&langId=en

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data