Programma 2014 della Commissione Europea

novembre 2013

Il programma  della Commissione europea per il 2014 si concentrerà su crescita dell’Ue, lotta alla disoccupazione e attuazione delle proposte in sospeso. La Commissione presenterà circa 29 iniziative, la maggior parte delle quali prevede un riesame delle attuali norme dell’Ue. Le restanti iniziative riguardano, tra l’altro, la modernizzazione delle norme sugli aiuti di Stato, la politica industriale e il completamento del mercato unico.

La priorità assoluta sarà data a crescita e occupazione, con una particolare attenzione alla lotta contro la disoccupazione giovanile e alle misure per agevolare l’accesso ai finanziamenti. Le altre priorità per il prossimo anno sono:

• completare l’unione bancaria e sviluppare una vera e propria unione economica e monetaria;

• accrescere gli investimenti, promuovere l’occupazione e l’inclusione sociale e lottare contro la disoccupazione giovanile attraverso il sistema di garanzia per i giovani;

• rafforzare la competitività con un mercato unico pienamente integrato nei settori delle telecomunicazioni, dell’energia e dei trasporti e diffondere su vasta scala i servizi digitali per modernizzare le pubbliche amministrazioni;

• collegare l’Europa – iniziative in settori quali le ferrovie, gli aeroporti, la gestione del traffico aereo e le attività portuali offriranno nuove opportunità e aumenteranno la competitività;

• proteggere i cittadini dell’Ue – rafforzare la cooperazione tra i Paesi e promuovere l’applicazione delle norme dell’Ue sarà essenziale per combattere la criminalità, la corruzione e la minaccia del terrorismo e garantire il rispetto dei diritti fondamentali;

• affrontare le sfide mondiali attraverso la cooperazione con i Paesi vicini e i partner strategici e rafforzare il ruolo dell’Ue nel mondo come principale donatore di aiuti allo sviluppo.

Verranno inoltre proposte nuove norme riguardanti l’adesione dell’Ue alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo, la riforma dell’Ufficio europeo per la lotta antifrode, la gestione delle crisi degli istituti finanziari diversi dalle banche e la politica dell’Ue in materia di rifiuti.

All’inizio del 2014, la priorità consisterà nel finalizzare una serie di proposte già esistenti prima delle elezioni del Parlamento europeo. La Commissione collaborerà con i governi nazionali per attuare alcune nuove norme già concordate a livello comunitario.

Informazioni: http://ec.europa.eu

Tags: , ,

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data