Esteso il congedo di maternità minimo

ottobre 2010

«La maternità non può essere vista come un fardello sui sistemi nazionali di sicurezza sociale, ma rappresenta un investimento per il futuro» ha affermato il Parlamento europeo in una risoluzione che estende il congedo di maternità minimo a 20 settimane.

La decisione dell’Europarlamento va oltre la proposta della Commissione europea di passare da 14 a 18 settimane e modifica così la legislazione europea in materia di congedo di maternità minimo: saranno previste 20 settimane tutte remunerate al 100% dell’ultima retribuzione mensile o della retribuzione mensile media, con una certa flessibilità per i Paesi che hanno regimi di congedo parentale (le ultime 4 settimane dovrebbero essere considerate come congedo di maternità, remunerato almeno al 75%); è inoltre stato introdotto anche il congedo di paternità di almeno due settimane.

Il progetto di legislazione intende stabilire le regole minime a livello europeo, mentre gli Stati membri resterebbero liberi di introdurre o mantenere i regimi di congedo più favorevoli alle lavoratrici di quelli previsti dalla direttiva.

La commissione per i diritti della donna ha anche adottato emendamenti volti a proibire il licenziamento delle donne dall’inizio della gravidanza fino ad almeno il sesto mese dopo la fine del congedo di maternità. Il testo adottato afferma inoltre che le donne devono poter tornare al loro impiego precedente o a un posto equivalente, con la stessa retribuzione, categoria professionale e responsabilità di prima del congedo.

INFORMAZIONI: http://www.europarl.europa.eu

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data