L’Ue diventa parte della Convenzione Onu sulla disabilità

dicembre 2009

In occasione della Giornata internazionale delle persone con disabilità, il 3 dicembre scorso, e accogliendo la richiesta del Parlamento europeo, il Consiglio dell’Ue ha deciso di portare a termine l’adozione della Convenzione Onu sui diritti della persone con disabilità (UN Convention on the Rights of Persons with Disabilities – Uncrpd). La Convenzione è stata ratificata finora da soli 12 Stati membri dell’Ue, ma il Consiglio ha sollecitato gli altri Stati alla ratifica e deciso che appena ciò si sarà verificato sarà depositato presso l’Onu l’atto formale di adesione dell’intera Ue.

La Uncrpd, del 2006, è il primo strumento legale internazionale vincolante a stabilire gli standard minimi per la protezione e la salvaguardia dei diritti civili, politici, sociali, economici e culturali delle persone con disabilità in tutto il mondo e anche il primo a comprendere la Convenzione sui diritti umani di cui l’Ue è parte. In pratica, la Convenzione dell’Onu mira ad assicurare che le persone diversamente abili possano godere di tutti i diritti e di tutte le libertà fondamentali su una base di eguaglianza con i cittadini cosiddetti normodotati.

La Commissione europea, che sollecita tutti gli Stati membri dell’Ue a ratificare la Uncrpd, sta lavorando alla definizione di una strategia europea 2010-2020 sulla disabilità e continua a promuovere i diritti delle persone diversamente abili anche al di fuori dell’Ue: dal 2000 ha finanziato oltre 280 progetti in 69 Paesi a favore di persone con disabilità.

INFORMAZIONI: http://www.un.org/disabilities

Tags: , ,

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data