Cresce ancora la disoccupazione

luglio 2009

Il tasso di disoccupazione nell’area dell’euro è salito al 9,5% nel maggio scorso, cioè oltre due punti percentuali in più rispetto a un anno primo quando era al 7,4%; nell’intera Ue, invece, il tasso a maggio è stato dell’8,9% mentre un anno primo era del 6,8%.
Rispetto ad aprile, si è registrato un incremento dello 0,2% sia nell’Ue che nella zona euro, per la quale il tasso di maggio 2009 è il più elevato degli ultimi dieci anni. Complessivamente, osserva Eurostat, si stimano 21,46 milioni di persone disoccupate nell’Ue, di cui circa 15 milioni nei Paesi dell’euro. In valori assoluti l’incremento nel numero di disoccupati è stato di 385.000 nell’Ue di cui 273.000 nella zona euro tra i mesi di aprile e maggio scorsi, mentre rispetto a un anno fa l’aumento è piuttosto significativo: +5,11 milioni nell’Ue di cui 3,4 milioni nella zona euro.
Tra gli Stati membri, i livelli di disoccupazione più bassi riguardano i Paesi Bassi (3,2%) e l’Austria (4,3%), i più elevati sono invece registrati in Spagna (18,7%), Lettonia (16,3%) ed Estonia (15,6%). Per l’Italia il dato più aggiornato a disposizione di Eurostat riguarda il marzo 2009 con il 7,4%. Nell’ultimo anno, gli incrementi maggiori della disoccupazione hanno interessato i Paesi baltici: Estonia (dal 3,9% al 15,6%), Lettonia (dal 6,1% al 16,3%) e Lituania (dal 4,7% al 14,3%).
Tra i mesi di maggio 2008 e 2009, il tasso di disoccupazione maschile è passato dal 6,7% al 9,3% nella zona euro e dal 6,4% all’8,9% nell’Ue; il tasso di disoccupazione femminile è aumentato dall’8,2% al 9,7% tra i Paesi dell’euro e dal 7,4% all’8,9% nell’intera Ue. Tra i giovani (under 25), invece, il già elevato tasso del 15% che si registrava nel maggio 2008 sia nell’Ue che nella zona euro è passato nel maggio 2009 al 19,6% nei Paesi dell’euro e al 19,5% nell’Ue, con la Spagna (36,9%) e la Lettonia (28,2%) che fanno registrare i più alti livelli di disoccupazione giovanile (in Italia era al 25% circa, ma a marzo) e i Paesi Bassi con il tasso minimo (6,6%).
Per quanto riguarda l’Italia, i dati più recenti sono stati forniti dall’Istat il 19 giugno scorso e riguardano il primo trimestre 2009. Rispetto alla fine del 2008 l’occupazione ha registrato una flessione pari allo 0,3%. Il tasso di occupazione della popolazione tra 15 e 64 anni è sceso di nove decimi di punto rispetto al primo trimestre 2008, portandosi al 57,4%. Il numero delle persone in cerca di occupazione ha registrato il quinto aumento tendenziale consecutivo, portandosi a 1.982.000 unità (+221.000 unità, pari al +12,5% rispetto al primo trimestre 2008). Il tasso di disoccupazione, quindi, è passato dal 7,1% del primo trimestre 2008 al 7,9% del primo trimestre 2009. Rispetto al quarto trimestre 2008, il tasso di disoccupazione è aumentato di 3 decimi di punto.

INFORMAZIONI:
http://epp.eurostat.ec.europa.eu

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

Tags: , ,

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.

Tag Cloud

Cerca in Euronote

Ricerca per data